Carte di credito revolving

La carta revolving è una carta di credito nominale che, a differenza delle carte di credito tradizionali, non prevede la possibilità di addebitare sul conto tutte le spese a fine mese ma presenta l’enorme vantaggio di poter fare acquisti a prescindere dalla disponibilità economica del conto corrente, restituendo l’importo al creditore con rate mensili.

Come per le carte di credito tradizionali, l’utilizzo della carta revolving necessita l’autenticazione delle ricevute di pagamento con firma da parte del titolare. In caso contrario, se impiegata da altri soggetti, ne è prevista l’immediata revoca.

Differenze tra carta revolving e carta di credito tradizionale

Cerchiamo di capire quali servizi differenziano le carte revolving dalle carte di credito normali.

Innanzitutto, mentre la carta di credito tradizionale offre un servizio di credito gratuito per il primo mese, la carta revolving prevede la maturazione degli interessi passivi già dal primo giorno di attivazione, con la possibilità di restituire l’importo utilizzato tramite rate cadenzate.

Le carte di credito tradizionali se da una parte presentano il vantaggio di poter utilizzare subito il denaro rinviando la spesa al mese successivo senza alcun costo di interessi passivi, di contro prevedono che l’intera cifra venga addebitata il mese successivo sul conto del cliente.

Quindi, a differenza delle carte di credito normali, per le carte revolving non esiste un tempo di franchigia in cui non vengono addebitati interessi.

Le carte revolving, che prevedono la maturazione immediata di interessi passivi, consentono la restituzione dell’importo utilizzato attraverso delle rate distribuite su più periodi o, a discrezione del cliente, in un’unica soluzione, pagando gli interessi maturati nell’arco temporale che intercorre tra l’acquisto e il pagamento.

Nel caso in cui il cliente decida di rateizzare il rimborso, sarà egli stesso a decidere l’importo delle rate, se come quota fissa o come percentuale tra il 5% e 10% del capitale dovuto. Il denaro restituito confluirà nuovamente nel fondo del prestito concesso e sarà nuovamente spendibile. Le carte revolving, se rimborsate, offrono un fido ricaricabile e rappresentano una continua disponibilità economica.

In relazione alle condizioni economiche, l’intermediario ottiene un ritorno economico in maniera differente. Nel caso delle carte di credito tradizionali il guadagno corrisponde alle commissioni date direttamente dal rivenditore (merchant fee). Per le carte revolving, invece, l’unico ricavo è ottenuto tramite l’applicazione di interessi sulle rate o, se effettuate nei circuiti Mastercard e Visa, anche tramite le commissioni.

 Costi e condizioni economiche di una carta revolving

Per quanto riguarda le condizioni economiche delle carte revolving, molto dipende dall’utilizzo fattone dal possessore. Se impiegate per l’acquisto di un bene le condizioni corrispondono a quelle della rateale normale, se usata come un prodotto repeat le condizioni sono più simili a quelle di credito rotativa.

L’apertura di una carta revolving prevede comunque dei costi commerciali per l’avviamento della pratica decisamente più alti rispetto un prodotto repeat.

Vantaggi Carta revolving

I titolari di una carta revolving usufruiscono di diversi vantaggi, tra questi sicuramente:

  • Acquisto semplificato beni presso esercizi convenzionati;
  • Ottenimento anticipi contante;
  • Fidelizzazione presso i rivenditori;
  • Agevolazioni bancarie (restituzione 1% delle spese, sconti noleggio auto, scomputo assicurazione annuale);
  • Gestione libera delle rate;
  • Disponibilità continua di denaro;
  • Possibilità di ricevere soldi in modalità differenti.

Tuttavia, se la possibilità di utilizzo delle revolving risulta ampia e agevole, i tassi di interesse ad essa applicata ne comportano un uso limitato nel tempo e per importi non troppo alti.

Prima di scegliere se accedere o meno questo strumento è buona norma confrontare tra le differenti proposte bancarie:

  • costo dei servizi;
  • TAN e TAEG;
  • quota associativa annua;
  • commissioni;
  • costo invio estratti conto.

In generale, la carta revolving rappresenta un ottimo strumento per acquisti in negozio, shopping online e prelievi da diversi sportelli bancomat, consentendo la possibilità di effettuare transazioni fino al massimale garantito dal creditore. L’ammontare del plafond in carta viene stabilito dalla banca in base all’affidabilità creditizia del titolare.

Come ottenere una carta revolving: offerta e condizioni

Le carte revolving sono concesse dalle banche generaliste o da intermediari specializzati, solo dopo un’attenta verifica del merito creditizio del richiedente. In relazione alla credit history del cliente, viene stabilito l’ammontare del fido concesso che può andare da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di 5.000 euro. Contemporaneamente all’apertura di una carta revolving può essere proposta la sottoscrizione di una polizza assicurativa e altri prodotti finanziari.

Mentre le banche possono applicare interessi e commissioni annuali di gestione a fronte di un tan inferiore, gli intermediari emettendo queste carte al fine di fidelizzare i clienti, per non andare in contrasto con le politiche commerciali, non richiedono alcuna spesa aggiuntiva.

Ad ogni modo, questo genere di fido viene concesso ai clienti che hanno dimostrato una perfetta affidabilità nel rimborso delle rate dei prestiti passati.

Tipologie di carte revolving

Esistono svariate tipologie di carte revolving, differenti per ampiezza di utilizzo, condizioni economiche e programmi di fidelizzazione.

Si parla di Cobranded card, nei casi in cui la carta revolving può essere utilizzata presso esercizi aventi il marchio del dealer e su circuito internazionale.

Si parla invece di Affinity card per carte revolving destinate a determinate categorie di clienti con particolari condizioni economiche e specifici programmi di affiliazione.

Se desideri attivare una carta di credito revolving, il consiglio migliore che possiamo darti è quello di confrontare sempre tra le differenti proposte esistenti in mercato per scegliere la carta revolving più vicina alle tue esigenze. Contattaci per ricevere qualsiasi informazione o per un approfondimento. I consulenti Rexpira sono sempre a tua completa disposizione.

 

Fai valutare il tuo caso a un esperto

Il nostro obiettivo è sostenerti attraverso un servizio etico, professionale e trasparente. Per questo ti offriamo una prima consulenza gratuita: non possiamo aiutare chiunque, interveniamo solo quando siamo sicuri di poterti aiutare a risolvere un problema. Ci dedichiamo unicamente ai casi per i quali possiamo garantire un esito positivo e risolutivo. Compila il modulo per essere contattato, senza alcun impegno.

Presa visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali, consultabile a questo link
Articoli che potrebbero interessarti

Oggi siamo orgogliosi di condividere con voi un ulteriore caso di successo che mette in luce l’efficacia e la competenza...

Il Decreto ingiuntivo è uno strumento legale che può sembrare complesso e intimidatorio per chi non è esperto di diritto....

Siamo lieti di condividere con voi un recente successo conseguito dal Team Rexpira per un nostro cliente che aveva accumulato...