Numero Verde 800 593 273Chiamaci gratuitamente
al numero verde
Attivo tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:00

Come liberarsi dai debiti: 5 utili consigli

Come liberarsi dai debiti: 5 utili consigli

I debiti possono essere un problema grave per molte persone, un chiodo fisso che può facilmente togliere la serenità. Ecco qualche consiglio utile per uscirne.

Negli ultimi anni, gli italiani sono stati portati ad un indebitamento anche a causa di un marketing persuasivo che li ha spinti a comprare molto più di quello che avrebbero potuto, sfruttando i pagamenti a rate che all’inizio potevano apparire piccole ma che, poi, hanno cominciato a pesare notevolmente sul bilancio familiare.

Ma come si fa ad uscire dai debiti?

1. Rinegozia il tasso di interesse di prestiti o mutui in corso.
Se godi di una buona credibilità finanziaria, contatta la banca che ti ha fornito il mutuo o il finanziamento e chiedi di ridurre il tuo tasso di interesse. Questo è un ottimo modo per abbassare i costi dovuti per gli interessi e risparmiare qualcosa ogni mese.

2. Salda prima il conto della carta di credito con interessi più alti.
Se non riesci a far abbassare il tasso di interesse, è meglio pagare per prima i debiti delle carte con tasso maggiore, come per esempio le carte revolving. In questo modo, si riducono gli interessi passivi e si abbassa il debito residuo delle carte di credito. Il nostro consiglio, comunque, è di limitare il più possibile l’utilizzo di questi strumenti di credito, perché innescano un facile meccanismo di moltiplicazione dei tassi d’interesse, per il quale non si finisce mai di pagare.

3. Puoi ottenere un consolidamento del debito
Se la tua storia creditizia è positiva, puoi chiedere il consolidamento del debito, che permette di raggruppare i debiti in un’unica rata mensile che sia sostenibile. Con un’unica rata più bassa, dovrai pagare certamente per un periodo più lungo, ma potrebbe essere una rata più facile da gestire. Inoltre, questo tipo di prestito ha di solito un tasso di interesse inferiore rispetto a quello applicato ad altre tipologie di finanziamenti e alle carte di credito revolving.

4. Valuta se nel tuo caso è applicabile la legge del sovraindebitamento
Nel caso in cui tu sia letteralmente sommerso dai debiti, sappi che esiste la legge n.03/2012 che permette di avviare un piano di ristrutturazione e risanamento della tua situazione debitoria. Si tratta della legge sulla “Composizione della Crisi da sovraindebitamento”. Per “sovraindebitamento” si intende una situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte (di cui evidentemente non fanno parte gli immobili), nonché la definitiva incapacità del debitore di adempiere regolarmente le proprie obbligazioni, causa ad esempio la perdita del posto di lavoro, il consistente calo registrato negli ordini e nelle vendite, ecc.

5. Rivolgiti ad un professionista del debito.
Il consulente del debito è un professionista che può aiutarti ad alleggerire la tua situazione, dandoti competente supporto per gestire, organizzare e ripianare tutti i tuoi debiti. Il consulente analizza e valuta la tua posizione, prende contatto con le società finanziarie con cui hai contratto i debiti e ti aiuta a definire i piani di rientro o transazioni a saldo e stralcio, evitando che la tua situazione diventi insostenibile. Eviterai così inutili preoccupazioni, telefonate e visite insistenti da parte dei recuperatori del credito, riuscendo a difendere il tuo patrimonio e cosa ancor più importante, tutelando la tua serenità.

Se vuoi, puoi leggere alcuni dei risultati di Rexpira a questo link.

Consiglia questa pagina ai tuoi amici!
 

Vuoi maggiori informazioni su questo argomento? Richiedi assistenza gratuita

Il tuo nome e cognome(*)
Inserisci il tuo nome e cognome

Il tuo numero di telefono(*)
Inserisci il tuo numero di telefono

La tua email(*)
Inserisci la tua email

La tua città(*)
Inserisci la tua città

Oggetto Consulenza
Valore non valido

Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
relativamente al punto 1A (Obbligatorio)(*)
E' obbligatorio prestare il consenso per ottenere assistenza

relativamente al punto 1B (Non obbligatorio)
Valore non valido