In relazione a differenti avvenimenti può capitare, nel corso della vita, di avere difficoltà e ritrovarsi, improvvisamente, sommersi dai debiti. Le ricadute sul piano psicologico possono essere molteplici, difficili da gestire e la soluzione può apparire complessa se non impossibile.

Tuttavia, non bisogna darsi per vinti e seguendo qualche suggerimento, scoprirai che è possibile uscire dal vortice dei debiti.

Come fare per uscire dai debiti?

Anzitutto, devi sapere che il tuo debito è composto da due parti: una quota capitale  e gli interessi.

Per ridurre il debito in maniera efficace, è necessario agire sulla quota capitale, in modo tale che la porzione restante di essa, produca interessi via via minori, mentre limitarsi a pagare i solo la parte di interessi non ti sarà di sostanziale aiuto, perché quelli già pagati verranno sostituiti da quelli maturati successivamente.

Chiarito questo concetto, vediamo quali accorgimenti possono essere adottati per affrontare una situazione di indebitamento.

  1. Contenere le spese. Può sembrare una banalità, ma il primo passo per uscire da una condizione di criticità è sempre lavorare su se stessi per cercare di risparmiare il più possibile.
  2. Non contrarre altri debiti. Altro concetto semplice, ma in realtà poco seguito perché, solitamente, chi si trova in una situazione di indebitamento tende a pensare di poterne uscire contraendo altri debiti per saldare i precedenti. Ma questa soluzione, in realtà, non si rivela tale e servirà solo a fare aumentare l’ammontare del proprio debito.
  3. Evitare l’uso della moneta elettronica. Per controllare le proprie spese e quindi sostanzialmente attuare i punti 1 e 2, può essere utile tenere sotto controllo costante le proprie spese. Questo risultato si può ottenere più agevolmente evitando di ricorrere a carte di credito, fidi bancari, e strumenti di pagamento elettronici. Insomma, per un po’ bisogna ritornare al buon vecchio contante.
  4. Utilizzare i risparmi ottenuti per abbattere la quota di capitale. Come abbiamo già ripetuto, il tuo scopo deve essere quello di ridurre, fino ad azzerare, la quota capitale dovuta ai tuoi creditori. Per farlo, sforzati di impiegare tutto ciò che riesci a risparmiare con le tecniche già indicate e tutte le somme aggiuntive di cui riesci a disporre per andare a saldare, passo passo, tutti i tuoi debiti.
  5. Chiedi un consolidamento dei debiti. Se con le somme che sarai riuscito e risparmiare non riesci a ripianare la tua situazione debitoria, può essere il caso di chiedere un mutuo di consolidamento debiti che ti consenta, con un unico prestito che si sostituisce a tutti gli altri esistenti, di estinguere i debiti precedentemente contratti. Questo strumento ti consentirà di abbassare la pressione dei debiti grazie all’accorpamento di tutte le rate in una unica di entità inferiore, tuttavia il tuo impegno si allungherà nel tempo a seconda della durata concordata del contratto il contratto di mutuo.
  6. Procedi alla surroga del mutuo o rinegozia quello già contratto. Con la prima tecnica sostanzialmente trasferisci il tuo mutuo in un istituto di credito con condizioni più vantaggiose. Con la seconda puoi cercare di concordare con il tuo istituto di credito un accordo migliorativo di quello già concluso.

Se desideri avere maggiori informazioni o delucidazioni rivolgiti ai professionisti Rexpira. Riceverai tutti i chiarimenti in maniera completamente gratuita e potrai avere consigli utili su come comportarti.