Transazione a Saldo e a Stralcio: cos’è e quando conviene

Saldo a stralcio: cos'è e come funziona

Articolo a cura di Giuseppe Valvo, consulente del debito Rexpira

La transazione a saldo e stralcio è un accordo tra creditore e debitore che permette di risolvere una situazione debitoria, spesso in modo vantaggioso per entrambe le parti. Questo articolo mira a fornire un quadro completo e dettagliato su cosa sia la transazione a saldo e stralcio, come funzioni e quali siano i vantaggi e gli svantaggi associati.

Definizione di “Saldo e Stralcio”

Nell’accordo transattivo a saldo e stralcio, il debitore si impegna a pagare immediatamente una somma inferiore all’importo totale del debito, e il creditore accetta di considerare il debito come estinto una volta ricevuto il pagamento. In altre parole, il creditore “stralcia” una parte del debito, accettando un “saldo” inferiore come pagamento completo.

Facciamo un esempio pratico di una transazione a saldo e stralcio: un privato ha maturato un debito con una banca per un importo di € 20.000. Per evitare di agire in giudizio e procedere al pignoramento con l’aggiunta di maggiori oneri per interessi e spese legali, la banca accetta di chiudere il debito mediante il pagamento immediato di € 12.000.

Da dove cominciare

La fase preliminare è un passaggio cruciale nel processo di transazione a saldo e stralcio. È il momento in cui si raccolgono tutte le informazioni necessarie per valutare la fattibilità dell’accordo e preparare una strategia di negoziazione efficace.

Prima di tutto, è fondamentale verificare la legittimità del debito. Questo può includere:

  • controllo dei documenti contrattuali;
  • verifica delle fatture e degli estratti conto;
  • conferma della legalità delle azioni intraprese dal creditore;
  • se ci fossero discrepanze o irregolarità, queste potrebbero fornire un terreno fertile per la negoziazione.

Un altro aspetto fondamentale è la valutazione della propria capacità di pagamento. Questo implica un esame dettagliato delle proprie finanze, inclusi:

  • entrate e uscite mensili;
  • beni disponibili per la vendita o il pignoramento;
  • altri debiti e obbligazioni finanziarie.

Conoscere la propria situazione finanziaria aiuta a determinare quanto si è in grado di offrire per il saldo e stralcio e se è possibile pagare in un’unica soluzione o a rate.

Come proporre un saldo e stralcio: la negoziazione

La fase di negoziazione è il cuore pulsante del processo di transazione a saldo e stralcio. È in questo momento che si mettono in pratica le informazioni e le strategie raccolte durante la fase preliminare. La negoziazione è un dialogo delicato che richiede una comprensione profonda non solo della propria posizione, ma anche di quella del creditore. Per questo ti sconsigliamo di fare tutto da solo e rivolgerti, invece, ai nostri esperti.

Iniziare la negoziazione con un’offerta concreta è spesso il modo migliore per mostrare serietà d’intenti. Tuttavia, è fondamentale che questa offerta sia realistica e basata su una valutazione accurata della propria capacità di pagamento. Offrire una somma troppo bassa potrebbe far apparire il debitore non serio o non affidabile, mentre un’offerta troppo alta potrebbe non essere sostenibile a lungo termine.

La comunicazione durante questa fase è di vitale importanza. È consigliabile mantenere un tono cortese ma fermo, ed essere preparati a fornire giustificazioni valide per l’importo offerto. Un altro aspetto cruciale è la tempistica. La negoziazione potrebbe richiedere tempo, e spesso è necessario essere pronti a fare concessioni per arrivare a un accordo.

Infine, ma non meno importante, è la documentazione. Ogni passaggio della negoziazione dovrebbe essere documentato accuratamente, preferibilmente per iscritto. Questo non solo fornisce una traccia delle discussioni, ma può anche servire come prova in caso di disaccordi futuri o di azioni legali.

Se entrambe le parti giungono a un accordo, è essenziale formalizzarlo attraverso un contratto scritto. Questo documento deve specificare l’importo del saldo, le modalità di pagamento e la data entro la quale il pagamento deve essere effettuato.

Una volta effettuato il pagamento come concordato, il creditore rilascia una dichiarazione che attesta la chiusura del debito. Da quel momento, il debitore è liberato da ulteriori obbligazioni relative a quel debito.

Vantaggi e Svantaggi del Saldo e Stralcio

Quando si considera la possibilità di una transazione a saldo e stralcio, è fondamentale pesare attentamente i vantaggi e gli svantaggi associati. Questo tipo di accordo offre diversi benefici, ma presenta anche alcune potenziali complicazioni che meritano un’attenta considerazione.

Vantaggi

Uno dei principali vantaggi della transazione a saldo e stralcio è la risoluzione rapida e definitiva della situazione debitoria. Invece di affrontare un lungo e stressante iter giudiziario, entrambe le parti giungono a un accordo che pone fine al debito. Questo può essere particolarmente utile per il debitore, che evita ulteriori azioni legali come pignoramenti o aste giudiziarie, che potrebbero avere un impatto significativo sulla sua vita quotidiana e sul suo benessere finanziario.

Un altro beneficio evidente è la possibilità di pagare una somma inferiore all’importo totale del debito. Questo può rappresentare un notevole sollievo finanziario, soprattutto se il debitore è in una situazione di difficoltà economica. Il creditore, d’altra parte, pur ricevendo meno di quanto originariamente dovuto, ha la certezza di recuperare almeno una parte del debito in un tempo relativamente breve, evitando così i costi e le incertezze associate ad azioni legali. Un altro vantaggio molto importante e che successivamente al pagamento a saldo e stralcio, potrà partire l’iter per tornare nuovamente finanziabile.

Svantaggi

Tuttavia, la transazione a saldo e stralcio qualche svantaggio può averlo. Uno dei più evidenti è la necessità per il debitore di disporre di una somma di denaro per effettuare il pagamento. Se il debitore è già in una situazione finanziaria precaria, potrebbe essere difficile trovare i fondi necessari per onorare l’accordo, a meno di non coinvolgere, come spesso succede, qualche parente, un familiare o amico. Comunque, in alcuni casi sarà possibile proporre un saldo e stralcio dilazionato versando un acconto e successivamente delle rate mensili.

Una valutazione attenta e, idealmente, la consulenza degli esperti di Rexpira, possono aiutare a studiare la migliore soluzione adatta al singolo caso. Compila il modulo sottostante per essere richiamato da un consulente che potrà darti preziosi consigli.

Fai valutare il tuo caso a un esperto

Il nostro obiettivo è sostenerti attraverso un servizio etico, professionale e trasparente. Per questo ti offriamo una prima consulenza gratuita: non possiamo aiutare chiunque, interveniamo solo quando siamo sicuri di poterti aiutare a risolvere un problema. Ci dedichiamo unicamente ai casi per i quali possiamo garantire un esito positivo e risolutivo. Compila il modulo per essere contattato, senza alcun impegno.

Presa visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali, consultabile a questo link
Articoli che potrebbero interessarti

Oggi vi parliamo dell’esperienza di una nuova cliente che è riuscita a risolvere un problema economico che l’affliggeva ormai da...

Condividiamo la storia di due fratelli che, nel 2015, si sono trovati in una situazione debitoria insostenibile a causa di...

Cos’è il saldo e stralcio e quando conviene utilizzarlo per chiudere definitivamente un debito? Si può ottenere un saldo e...