Numero Verde 800 593 273Chiamaci gratuitamente
al numero verde
Attivo tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:00

Come sapere se hai un debito con l’Agenzia delle Entrate

Come sapere se hai un debito con l’Agenzia delle Entrate

Può capitare, a volte, di non ricevere degli avvisi o dimenticarsi di multe o tasse di diversa natura. Senza neanche rendersene conto, ci si ritrova a diventare debitori, con il fisco. Non aver ricevuto nessuna cartella esattoriale non vuol dire infatti che non si ha nessun debito. Per esempio, ci capita spesso di scoprire qualche bollo dell'auto saltato e mai pagato e di non aver ricevuto mai nessun avviso: eppure, sono cifre che se non pagate possono portare anche al fermo amministrativo della vettura. Insomma, possono comparire dei debiti con l’ente di riscossione o procedure in corso a proprio carico e non esserne consapevoli. 

Ma c’è un modo per sapere se ci sono eventuali pendenze e procedure nei confronti dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione: consultare l’estratto di ruolo. È un documento che permette di avere contezza delle cartelle esattoriali emesse nei tuoi confronti, sia quelle che hai già pagato sia quelle ancora da saldare. Puoi richiederlo personalmente allo sportello dell’ente riscossione oppure direttamente tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione, alla sezione “Controlla la tua situazione”. L’estratto di ruolo online consente di verificare ogni cartella, a partire d’anno 2000, e saldare quanto dovuto, una volta preso atto dell’importo da pagare, della data della notifica e di eventuali provvedimenti di sgravio. È possibile controllare anche le rateizzazioni e l’eventuale attivazione di procedure esecutive a tuo carico.

Nel caso poi in cui tu non fossi nelle condizioni economiche di poter pagare per intero i debiti con il fisco, non rassegnarti all'idea di un possibile pignoramento.  Generalmente è possibile richiedere anche la rateizzazione del debito, oppure, se ritieni di non dover pagare, in quanto la richiesta di pagamento contenuta nella cartella o nell’avviso non sia dovuta, è possibile chiedere la sospensione o l'annullamento.

Hai trovato delle cartelle non notificate?

Se alla lettura dell'estratto di ruolo ti imbatti poi in una o più cartelle per le quali non hai mai ricevuto alcuna notifica, allora ci sono i presupposti per presentare un ricorso per vizio di notifica. Questa è un'operazione da fare entro 60 giorni dalla richiesta dell'estratto di ruolo.

Se invece noti delle cartelle prescritte non potrai fare immediatamente ricorso. Il ricorso sarà infatti possibile solo nel momento in cui Agenzia delle Entrate – Riscossione ti notificherà un nuovo atto relativo a quella cartella. In alternativa, è comunque possibile presentare un’istanza di sgravio in autotutela, rivolgendoti a uno sportello di Agenzia delle Entrate – Riscossione.

Come sempre, se hai domande o dubbi, puoi chiedere consiglio ai nostri consulenti del debito: Rexpira è sempre pronta per aiutarti a districarti nel complicato mondo della burocrazia per risolvere i problemi legati al fisco. Contattaci ora per una consulenza gratuita e senza impegno!

Consiglia questa pagina ai tuoi amici!
 

Vuoi maggiori informazioni su questo argomento? Richiedi assistenza gratuita

Il tuo nome e cognome(*)
Inserisci il tuo nome e cognome

Il tuo numero di telefono(*)
Inserisci il tuo numero di telefono

La tua email(*)
Inserisci la tua email

La tua città(*)
Inserisci la tua città

Oggetto Consulenza
Valore non valido

Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
relativamente al punto 1A (Obbligatorio)(*)
E' obbligatorio prestare il consenso per ottenere assistenza

relativamente al punto 1B (Non obbligatorio)
Valore non valido